Archive for the ‘L’angolo della poesia’ Category

Gli alunni della 2 Biotecnologie si sono cimentati, alla fine della specifica unità didattica, con la poesia realizzando semplici sentiti interventi davvero lirici sul tema dell’amore. Eccoli di seguito.

 

L’ Amore a prima vista,
Spesso rende ciechi.
ti ho amato  per cent’anni
Ti amerò
per altri cento  e dieci.
Questo mondo urla amore
Mentre aspetta di sparare
noi tentiamo di amare.
 
——-
 
Eri l’occasione per ogni sorriso
Adesso sei la ragione di ogni pianto
 Facevi venire i brividi
Adesso sono in preda agli incubi
 Rendevi ogni giorno perfetto
Adesso è tutto uno schifo
Frederiko Xurre
 
———-
 
Eri la stella più luminosa fra tutte
illuminavi le mie giornate
con i tuoi sorrisi, i tuoi baci, le tue carezze.
Mi hai regalato momenti magici.
Eri la ragione del mio sorriso,
presente anche quando non c’eri.
Viaggiamo su vagoni diversi dello stesso treno.
Flash, i momenti della nostra storia.
Anni annientati  in un secondo,
non torneranno più.
——–
Vorrei tu fossi qui con me
Vorrei poterti dire quanto mi manchi
Vorrei stringerti forte tra le mie braccia
Sfiorandoti con le mie labbra.
Vorrei chiudere gli occhi e al mattino dopo
Riaprirli trovandoti davanti.
Ma queste sono solo parole, perché tu non ci sei
Stanghellini Niccolò
 
———
 
Sei entrata nel mio cuore come un fulmine
e sei rimasta intrappolata nell’amore che provo per te,
Non smetto di pensarti neanche per un minuto
Martinaj Danjel
 
————-
 
Guardami negli occhi e dimmi che
In fondo ancora ci speri
Non mi manchi tu
Mi manca quello che eri
Sarebbe potuta andare come
Volevamo noi
Ma tu fai sempre quello
Che vuoi
Ma ti sbagli
Non è tardi
Prendo e nascondo i ricordi
Almeno se un giorno vorrai riaverli
Dovrai venire indietro a cercarli
Marconi Vittoria
 
——-
 
Cerco di andare avanti senza di te
Ma muoio ogni giorno aspettandoti,
Non posso affrontare il mondo da sola
 
E chiedo solo una tua parola
Che aggiusti tutto quanto, e cercandoti,
mi affido alla sorte
 
Probabilmente l’errore più grande
Della mia vita,
ma non arriverò a pentirmi,
 
sei tu, che non smetti mai di stupirmi,
che mi tieni sospesa con due dita
tra migliaia di irrisolte domande
Claudia Bernardi
Annunci

“Guardatevi in giro: in tutto il mondo ritornano le tenebre dell’oscurantismo, la guerra contro il popolo, la prepotenza. Ma è sempre possibile piantare un seme, accendere una speranza” Jorge Amado.

Gerardo Roma

Gerardo Roma

SCENDONO LE FOGLIE

Scendono le foglie..

sul soffice prato nevoso,

che gocce d’un cuore puro…,

hanno imbiancato di magia!…

Scendono le foglie…

sul letto del bosco,

dove ho poggiato la mia testa!…

in questa notte bianca, e piena di malinconia!…

Scendono le foglie…

fitte nel vento!…

da sagome alte e lunghe, come ombre…

che ormai conosciamo!…

Scendono le foglie…

finalmente togliendo al silenzio…,quel suo mistero!…

e gridandando al cielo…, i nostri sogni!!…

mentre…

scendono le foglie…,

scandendo il tempo!…

dall’alto di esili e aggrovigliati rami…

della nostra vita!…

E’ così sera calante ormai da tempo.

Foglie supine, distese..

volteggianti, spensierate…e sospese in volo!…

Spose del vento…, e del suo destino!

le foglie, così, la vita di ogni uomo!…

GERARDO ROMA

Credo che tutti quanti conoscano Gerardo. Il Gerardo di questa scuola. Continua a leggere »




  • La nostra biblioteca

    Clicca per leggere le nostre recensioni