A differenza delle scuole medie, le superiori sono per lo più fornite di un servizio bar. Il servizio bar non è uguale ovunque, ma varia da scuola a scuola: ad esempio all’istituto Sarrocchi, ci sono addirittura  due punti fissi di ristoro, in cui gli alunni si recano per fare colazione; si servono di pasticcini, panini, caramelle, crepes   e bevande. Continua a leggere »

Annunci

Siamo tutti palestrati.

Come sappiamo ogni indirizzo di studi prevede  due ore di educazione fisica alla settimana, non tutte le  scuole  però hanno una palestra… Andiamo ad analizzare i vari istituti superiori presenti a Siena: il liceo Sarrocchi ha una sua  palestra,  anche molto grande e dotata di molti attrezzi e di due spogliatoi grandi addirittura con le docce, però a causa del gran numero di alunni, ad ogni ora di lezione ci sono contemporaneamente due classi. Continua a leggere »

la-locandina-di-fuori-orario-cose-mai-viste-205678Nella nostra scuola è consentito l’ingresso in ritardo fino alla seconda ora di lezione mentre al Piccolomini non oltre la prima ora, o la seconda solo nel caso che la classe si trovi in palestra, che come sapete è fuori Porta Pispini. I ritardi devono essere giustificati personalmente dal genitore o tutore se ciò non fosse possibile, il genitore dovrà specificare, nel modulo del libretto o con la certificazione medica, il motivo del ritardo, come avviene anche nella nostra scuola. Continua a leggere »

cronache dalla Finlandia di Margherita Ricciardelli

hanko “Ma i veri viaggiatori partono per partire e basta: cuori lievi, simili a palloncini che solo il caso muove eternamente, dicono sempre “Andiamo”, e non sanno perché. I loro desideri hanno le forme delle nuvole.Charles Baudelaire, I fiori del male

 

Non so precisamente cosa mi abbia spinto a intraprendere questa avventura, ma ormai c’eravamo, tutto quello che avevo ipotizzato e su cui avevo lavorato era giunto a termine. Era il momento di partire. Continua a leggere »

frasassiIl 3 maggio 2013 le attuali classi seconde linguistico, la 2 e la 4 A biologico sono state  in gita alle Grotte di Frasassi; con i professori, Rubeo, Mario, Duvel,  Losi e Gialanella, partimmo la mattina presto dall’ Acqua Calda. Dopo un tre orette di curve e saliscendi scavalcato l’appennino siamo arrivati alla meta. Continua a leggere »

calcio Durante lo scorso anno scolastico il Monna Agnese ha disputato diverse partite di calcio contro altri istituti.  La prof di educazione fisica Caterina  Benincasa, ha convocato la squadra, composta sia  da “professionisti” che da principianti, tutti però con la stessa voglia di partecipare.  Continua a leggere »

paniniQuest’anno, nella nostra scuola, è cambiato il servizio dei panini all’intervallo; ora se ne occupa il Filusè bar.

Abbiamo chiesto un parere su questa novità ad alcuni alunni, ebbene la maggior parte di loro si dice insoddisfatta di questo servizio. La causa principale del malcontento: il prezzo,

Continua a leggere »

Ci sono vari punti di forza dell’uso del trasporto pubblico: la diffusione sul territorio, la frequenza dei servizi, la convenienza economica e la sicurezza. Infatti la frequenza degli incidenti dei mezzi pubblici è inferiore rispetto a quella dei privati.

Ci sono anche aspetti negativi: l’assenza di servizi in aree a domanda debole; la mancanza di privacy sui mezzi di trasporto; il confort, che non è uno dei migliori. Continua a leggere »

La crisi economica che affligge il nostro paese, non ha certo risparmiato Siena. Il caro prezzo degli affitti e delle tasse, a cui i commercianti devono fare fronte sono le principali ragioni per cui vediamo  calare sempre più le saracinesche. I dati cominciano ad essere impressionanti; nel centro storico tendono a sopravvivere solo i negozi più antichi e prestigiosi e attività in franchising; le pizzerie e i Kebab stanno sostituendo i negozi di abbigliamento. Sono quasi del tutto scomparse le “botteghe”; in centro è rimasta un’ unica ferramenta, per non parlare delle latterie che non esistono più. Continua a leggere »

auschwitz

Auschwitz

Tutti sappiamo quello che è accaduto in passato ad Auschwitz,  alcuni conoscono anche l’iniziativa del “Treno della memoria”  promossa dalla Regione Toscana per tramandare la memoria di quei fatti terribili affinché non si debbano ripetere mai più.  Ebbene per la prima volta  a questa mesto “pellegrinaggio”   hanno partecipato alcuni  alunni   del Monna Agnese.   Continua a leggere »

« Pagina precedentePagina successiva »


  • La nostra biblioteca

    Clicca per leggere le nostre recensioni